Libro 30 anni Associazione - Strage di Ustica

Vai ai contenuti

Libro 30 anni Associazione

LIBRI
“Questo volume ripercorre trent’anni di storia dell’Associazione perché è importante dire ciò che un’Associazione di Parenti di Vittime ha dovuto fare e ciò che è riuscita a fare”. Daria Bonfietti, Presidente dell’Associazione dei Parenti delle Vittime di Ustica riassume così “1988-2018. La verità ha un prezzo che vogliamo pagare”, volume che, arricchito da testi di Luca Alessandrini (direttore dell’Istituto Parri di Bologna) e di Giovanni De Luna (professore emerito dell’Università di Torino), ripercorre i primi 30 anni di lotte e di impegno dell’Associazione che si batte perché venga appurata tutta la verità sulla strage del Dc 9 del 1980. Il libro, 127 pagine chiuse dall’elenco delle Vittime e dalla cronologia dei fatti, è stato realizzato in collaborazione con l’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna. A presentarlo stasera, oltre a Bonfietti, l’arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi, che ha visitato il museo appena arrivato a Bologna nel 2015, l’ex sindaco di Bologna all’epoca della costruzione del museo della Memoria di Ustica, Walter Vitali e Yuri Torri, consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea legislativa.
“Si tratta di un omaggio doveroso all’attività di un’associazione importante per tutto il paese”, ha detto Torri. Mentre Vitali ha definito il libro “un bell’album di famiglia. Appena insediato nel 1993 iniziammo il confronto coi parenti su dove collocare il museo. Furono anni belli nei quali si voleva lasciare alla città un segno forte. E questa installazione di Boltanski è davvero fantastica”.
“Come Assemblea legislativa regionale abbiamo sentito il dovere di impegnarci al fianco dell’Associazione nella comune lotta per la verità e per riconoscere l’importanza del loro lavoro per il bene della nostra democrazia. Ciò che avvenne nel cielo di Ustica è una cicatrice nella nostra democrazia: Bologna e l’Italia vogliono ricordare e vogliono la verità”, spiega Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa, che sottolinea anche come il volume voglia essere il tributo e il ricordo di un grande emiliano romagnolo di cui proprio quest’anno si commemora il ventesimo anniversario della morte: il senatore Libero Gualtieri, indimenticato presidente della Commissione parlamentare sulle Stragi. “Prima di diventare senatore della Repubblica, Libero Gualtieri fu stimato consigliere regionale della nostra Emilia-Romagna: uomo probo, leale alle proprie convinzioni repubblicane e democratiche, si impegnò sempre per la verità e per combattere segreti occulti e deviazioni dello Stato repubblicano, per riaffermare i valori della Costituzione di quella Repubblica che da giovane partigiano aveva contribuito a conquistare lottando sull’Appennino romagnolo”.

link al sito Regione Emilia Romagna

guarda il video:
link a pagina facebook Regione Emilia Romagna

Torna ai contenuti